Un database di +500 contatti in 3 mesi, per un B2B nella filiera della moda

Lead Generation B2B Moda

Per molte aziende che lavorano in filiere complesse come quelle della moda, il digitale è sempre stato difficile da approcciare. Ci sono modalità e riti molto standardizzati, che hanno funzionato benissimo fino a che non è arrivato il Covid.

In quel momento, con le fiere annullate o “digitalizzate”, e l’impossibilità per i commerciali di spostarsi liberamente sui territori, il digitale è diventato improvvisamente centrale.

Un’azienda produttrice di pellami, nello storico distretto di Santa Croce sull’Arno, ha accettato la sfida, e si è affidata a noi per generare contatti direttamente dai social.

Fin dai primi giorni di test, le campagne sono andate molto bene, e nel giro di 3 mesi abbiamo generato i seguenti risultati:

💰

518 contatti in 3 mesi

ad un costo di 2,90€ per lead

+250% di cartelle colori “fisiche” inviate a potenziali clienti, rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso

Numeri rilevanti, se pensiamo che diversi di questi contatti si sono trasformati in vendita.
Mediamente un’ordine medio si assesta su alcune migliaia di euro, per cui potete fare subito un rapido calcolo del ritorno dell’investimento (ROAS).

L’azienda

Hashtag Florence produce croste di vitello scamosciate destinate all’industria della moda per la produzione di calzature, abbigliamento e accessori in pelle. L’esperienza ventennale dei proprietari e l’alta qualità del prodotto gli ha permesso di collaborazione con grandi marchi noti della moda. 

Si parla quindi di un B2B specifico che necessita di raggiungere una nicchia precisa e piuttosto difficile da isolare.

Gli obiettivi e la strategia

L’obiettivo era quello di intercettare i Raw Material Manager nell’alta moda col fine di instaurare un rapporto lavorativo duraturo e di fiducia. In seconda battuta, di far conoscere il brand di Hashtag Florence, nato da qualche anno all’apparenza, ma creato da professionisti con 20 anni di esperienza alle spalle: tutt’altro che un’azienda inesperta. 

Per Hashtag non era importante promuovere la vendita immediata, quanto aprire un canale di comunicazione con i professionisti del settore. La forza del brand infatti è palpabile solo quando i fondatori instaurano una comunicazione col cliente. 

Un contatto non è quindi una singola vendita, ma un potenziale rapporto lavorativo anche molto remunerativo negli anni.  Ecco perché una strategia di Lead Generation era la scelta giusta da fare.

Dopo aver lavorato sui contenuti del sito, parallelamente alla produzione di contenuti legati all’accrescimento della brand awareness sia su Instagram, Facebook e Linkedin (grazie al prezioso lavoro fotografico di Filippo Maffei), abbiamo avviato una campagna di generazione contatti attraverso il modulo nativo di Facebook.

Target, valore e creatività

Fin da subito la ricerca è stata orientata sul linguaggio, infatti utilizzare i termini tecnici del mestiere era un requisito fondamentale per poter filtrare il pubblico da chi era invece fuori range.

La seconda domanda fondamentale era come interessare i professionisti con qualcosa di innovativo in un settore dove la competizione è forte e la distinzione del nostro cliente era difficile da comunicare.

Per questo abbiamo scelto di creare un contenuto scaricabile attraente (il catalogo colori delle pelli prodotte dall’azienda, che facesse da magnete per i prospect.

Testando più formati, posizionamenti e copy, abbiamo trovato la formula vincente che ha prodotto più di 500 contatti di clienti potenziali interessanti a collaborare con Hashtag Florence.

Sull'autore

Matteo Figoli
Sono un Social Media Advertising Specialist, con un focus in particolare su Facebook, Instagram e LinkedIn. Il mio lavoro è quello di aiutare aziende e organizzazioni a mettere ordine nella propria Social Media Strategy e renderla utile e profittevole.