LinkedIn Business Manager: Per chi è utile, Procedura Guidata, FAQ

Copertina guida figoli studio linkedin business manager

LinkedIn Business Manager consente di gestire tutti gli account pubblicitari e le pagine aziendali di un’organizzazione in un unico luogo. E quindi rende la gestione del marketing su LinkedIn Ads più efficiente e organizzata.

I suoi obiettivi dichiarati sono:

  • semplificare l’esperienza di marketing;
  • assegnare ruoli specifici agli utenti e di impostare autorizzazioni sicure per gli account pubblicitari e le pagine aziendali
  • risparmiare tempo e condividere le risorse per rendere più efficaci le campagne (un esempio? ogni volta che un pubblico viene aggiornato in un account pubblicitario, la modifica si riflette istantaneamente su tutte le campagne che lo utilizzano, anche in altri ad account)

LA TUA AZIENDA È PRONTA A FARE LINKEDIN ADS?

Quiz LinkedInAds

Un quiz che vale quanto una consulenza

Scopri subito se ci sono le condizioni per la tua azienda per fare campagne su LinkedIn, date le particolarità di questa piattaforma.

Per chi è utile?

Parliamoci in onestà: non per tutte le aziende è utile allo stesso modo utilizzare il nuovo LinkedIn Business Manager.

E lo stesso LinkedIn lo indica come una possibilità opzionale, da prevedere solo quando è il momento giusto nella crescita aziendale.

Di seguito alcuni fattori utili da considerare per decidere se usare questo strumento oppure no.

Aziende che dovrebbero usare il Business Manager 

  • Aziende che dispongono di diversi account pubblicitari e diverse pagine.
  • Aziende che vogliono centralizzare il controllo delle loro risorse (account pubblicitari e pagine in primis)
lin bm 1

Alcuni esempi concreti:

Aziende multinazionali che hanno più dipartimenti, account e pagine regionali.
Realtà come queste potrebbero avere bisogno di:

  • concedere i giusti accessi ai giusti livelli alle persone dei diversi team regionali; 
  • supervisionare il loro lavoro in modo diretto e avere sotto controllo i costi LinkedIn Ads
  • condividere i pubblici tra le diverse realtà coinvolte nell’advertising (ad esempio la audience generata dall’Insight Tag del sito principale su tutte le divisioni locali).
  • concedere accessi con altre aziende per iniziative di co-marketing o per attività in outsourcing: se lavorano con più agenzie e consulenti in contemporanea, hanno bisogno di concedere permessi in modo ordinato e sicuro a livello di privacy.

Agenzie di marketing a cui viene affidata la gestione campagne LinkedIn che hanno bisogno di centralizzare il controllo dei tanti diversi account pubblicitari di cui sono partner.

Aziende che potrebbero evitare di utilizzare il LinkedIn Business Manager

  • Le aziende con un solo account pubblicitario e una sola pagina, che potrebbero non aver bisogno delle funzionalità aggiuntive fornite da Business Manager
  • Piccole imprese o liberi professionisti che non hanno una presenza significativa su LinkedIn, per cui il BM potrebbe portare una complessità aggiuntiva

In sostanza, per riassumere:

Devono usare BMPossono evitare BM
· Aziende con diversi ad account e pagine
· Agenzie che gestiscono più account e pagine
· Aziende con 1 ad account e 1 pagina
· Aziende e professionisti che non puntano su LinkedIn

Buone pratiche per l’adozione del LinkedIn Business Manager

Rispetto ai due esempi fatti sopra, il set-up del Business Manager è da modellarsi in modo speculare rispetto alla conformazione dell’azienda, in termini di persone, account pubblicitari, pagine e pubblici da condividere che l’organizzazione prevede.

Ad esempio un’azienda multinazionale, alla luce dell’organigramma e della divisioni geografiche e di competenze, può scegliere se creare un Business Manager globale per gestire tutte le regioni, i centri di costo e le business unit; oppure un Business Manager per mercato o regione o infine un Business Manager dedicato a ciascuna business unit.

Allo stesso modo, nell’esempio delle agenzie di marketing, si può scegliere tra configurare un Business Manager globale per gestire tutti i clienti, un Business Manager per mercato o regione oppure adottare un Business Manager specifico per un cliente importante.

La scelta di adottare Business Manager “regionali” o dedicati a specifici mercati ha senso solo per grandi agenzie con solide operazioni regionali gestite in modo indipendente, oppure con brand che prevedono attività regionali con team, budget e strategie distinti.

Nel 99% dei casi che finora ho incontrato un Business Manager globale è più che sufficiente per gestire tutto.

Procedura guidata per il set-up

Per iniziare a utilizzare LinkedIn Business Manager, segui questi step:

1. Creazione del Business Manager

Apri la pagina web di Business Manager, premi sul bottone “Crea Business Manager” e fornisci le informazioni necessarie per creare un account Business Manager.

crea business manager

Quindi attendi la e-mail di conferma da Linkedin e premi il link “Accetta invito”. Quindi conferma la tua identità e crea il Business Manager.

Una volta pronto, la schermata che si propone sarà la seguente.

Schermata iniziale LinkedIn Business Manager

2. Invita le persone

Nella sezione “Persone”, clicca su “Invita” per invitate gli amministratori del tuo Business Manager attraverso i loro indirizzi email di lavoro. Non è necessario che queste persone abbiano un profilo LinkedIn, ma puoi assegnare loro un ruolo specifico: amministratore, dipendente o collaboratore.

É importante che le persone che hai invitato accettino il tuo invito, altrimenti il business manager non verrà generato per i profili in questione.

invita persone

3. Aggiungi account pubblicitari

Accedi alla sezione “Account pubblicitari” e seleziona una delle due opzioni disponibili per aggiungere i tuoi account.

Account pubblicita

Puoi aggiungere gli account pubblicitari:

  • via ID dell’account pubblicitario (se la tua azienda ne è proprietaria)
  • via CSV se non possiedi la proprietà dell’account pubblicitario.

4. Aggiungi le pagine

Anche per l’aggiunta delle pagine hai due opzioni.

  • Se la pagina appartiene alla tua azienda, seleziona l’opzione “Aggiungi pagina”.
  • Se invece la pagina appartiene a un’altra azienda e non possiedi il loro Business Manager, seleziona l’opzione “Richiedi accesso” e chiedi loro di concederti l’accesso tramite una partnership tra Business Manager.
aggiungi pagine

5. Gestione degli accessi e invito degli utenti rimanenti

Nella sezione “Persone”, potrai notare un ruolo chiamato “Need review”. Questo elenco mostra le persone che avevano accesso agli account pubblicitari e alle pagine prima che tu li aggiungessi al Business Manager, ma che non sono ancora state invitate.

Assicurati di dare accesso al Business Manager ai dipendenti esistenti e rimuovere le persone non più necessarie. Per coloro che non fanno parte della tua azienda, suggerisci loro di creare un Business Manager e concedi loro l’accesso tramite partnership.

6. Aggiungi un partner

È possibile aggiungere un partner selezionando l’apposita sezione e inserendo l’ID dell’azienda desiderata. Entrambe le aziende coinvolte devono avere configurato il proprio Business Manager per consentire le partnership.

aggiungi partner

7. Gestione degli accessi:

Puoi gestire le persone nel tuo Business Manager in diversi modi: cambiando i compiti assegnati, controllando l’accesso individuale agli account pubblicitari e alle pagine, o aggiungendo/rimuovendo una persona da più account e pagine contemporaneamente. Puoi anche visualizzare gli account e le pagine a cui un utente ha accesso e i ruoli che ricopre. Per revocare l’accesso a determinati account, fai clic su “Revoca accesso”.

LA TUA AZIENDA È PRONTA A FARE LINKEDIN ADS?

Quiz LinkedInAds

Un quiz che vale quanto una consulenza

Scopri subito se ci sono le condizioni per la tua azienda per fare campagne su LinkedIn, date le particolarità di questa piattaforma.

Domande Frequenti

Come accedere al Business Manager di LinkedIn?

La pagina per creare un Business Manager ex novo oppure per accedere ad un Business Manager esistente è questa. Puoi accedere anche dal menù laterale di un account LinkedIn Campaign Manage, dal link “Business Manager”.

Sull'autore

Matteo Figoli
Sono un Social Media Advertising Specialist, con un focus in particolare su Facebook, Instagram e LinkedIn. Il mio lavoro è quello di aiutare aziende e organizzazioni a mettere ordine nella propria Social Media Strategy e renderla utile e profittevole.