Linkedin Ads

Linkedin Ads

Molte aziende stanno scoprendo l’enorme potere che ha il social network lavorativo per eccellenza, LinkedIn, nei processi di gestione e sviluppo della reputazione online di aziende e professionisti.

Il contesto in cui ci muoviamo

Fino a poco tempo il focus di Linkedin era posto sulla semplice produzione di contenuti di valore (e in gran parte è ancora così).

Se avessimo dovuto definire un budget per le attività aziendali su Linkedin, gran parte delle risorse sarebbe andata al lavoro di creazione dei contenuti.

Pubblicare con costanza contenuti utili e interessanti su Linkedin permetteva agli utenti più motivati un grande ritorno per questo loro investimento (in termini di contatti, prestigio, ecc…).

Una volta raggiunti numeri importanti e tecnologie avanzate (in parte copiando quanto fatto dall’omologo Facebook), la piattaforma ha iniziato a offrire servizi per “accellerare” e completare tutte quelle funzionalità di business venivano condotte fino a quel momento.

Da lì in poi l’attenzione si è allargata anche alla distribuzione dei contenuti.

Infatti se prima i cosiddetti lead (contatti di valore) venivano generati in ottica di attrazione, “pull”, quasi di inbound marketing (per i più esperti)…

…Ora ci sono molti strumenti per velocizzare il processo, mirare con precisione e portarsi a casa i contatti in maniera più chirurgica, attraverso migliori possibilità di targeting e distribuzione dei contenuti. Un’ottica più “push”, tipica di un marketing di domanda latente.

I due principali strumenti messi a disposizione sono appunto:

  • l’advertising
  • le possibilità di entrare più in profondità nei database Linkedin, sia attraverso gli account premium, che attraverso la piattaforma di Linkedin Sales Navigator.

Investire su Linkedin Advertising fa per te se…

  • Operi in un settore B2B consolidato e la generazione di ogni nuovo contatto (lead) ha per te potenzialmente un grande valore economico
  • Il marketing del tuo settore, originariamente fatto di partecipazione a fiere e solidi rapporti fiduciari tra fornitori e clienti, sta vedendo il digitale entrare a poco a poco ogni livello
  • Stai cercando di entrare in uno specifico settore B2B e vuoi costruire una strategia multicanale. 
  • Usandolo con il tuo profilo personale, hai l’impressione che Linkedin possa servire molto al marketing della tua azienda.

Non ti conviene intraprendere questa strada se…

  • Hai poco budget da spendere sulla pubblicità online. Ci sono diversi pro e diversi contro nell’utilizzare Linkedin Ads, il più importante è il fatto che il costo per clic sulla piattaforma è piuttosto alto. 
  • Sei in una fase ancora precoce del tuo investimento in web marketing, perché magari la pubblicità su Linkedin non è ciò di cui davvero hai bisogno. In tal caso ti consiglio di leggere il mio servizio di Strategia Digitale.
  • Hai poca voglia di metterti in discussione e affrontare un’attività di marketing precisa e razionale.

In cosa consiste e cosa puoi trarne

Consiste in 3 fasi, alla stregua di quanto accade per Facebook e Instagram Ads:

  1. Una fase iniziale, di analisi, set-up canali e di ipotesi di strategia
    Per prima cosa raccolgo informazioni sul progetto attraverso un questionario, analizzo il contesto e il comportamento dei concorrenti. Faccio un’analisi dei dati dei diversi canali social e di Google Analytics.
    Procedo alla definizione di clienti ideali (le cosiddette “buyer personas”), con stime qualitative e quantitative. Ipotizzo una strategia di contenuti per ogni buyer persona, basata sul funnel di marketing.
    Individuo specifici obiettivi algoritmici e relativi percorsi di conversione, e suggerisco il budget da allocare per ogni linea strategica.
    Faccio il set-up e prendo in gestione l’account pubblicitario di LinkedIn Campaign Manager, do indicazioni circa il corretto tracciamento del comportamento degli utenti (se necessario).
  2. Test e strategia definitiva
    Insieme al team interno o ad altri freelance lavoro alla progettazione dei primi piani di AdContent (ossia i piani editoriali orientati alle sponsorizzazioni), uno per ogni buyer persona.
    Procedo alla creazione e programmazione delle campagne Linkedin Ads rispetto a quei contenuti. Dopo circa un mese analizzo i risultati e verifico quanto c’è da cambiare rotta e quanto semplicemente da ottimizzare.
    Da lì in poi si procede una volta al mese alla creazione di nuovi piani di AdContent che recepiscano le evidenze emerse dal test precedente, al fine di trovare i contenuti che – a livello di creatività e formati – performano meglio.
    Una volta che le campagne si sono stabilizzate nei risultati, termina la fase di test, e definisco una strategia definitiva.
  3. Monitoraggio e ottimizzazione continua
    Una volta stabilizzate le campagne, lavoro all’aggiornamento ciclico dei contenuti, al monitoraggio e all’ottimizzazione di queste ultime. Viene prevista una breve reportistica mensile e una completa alla fine dell’anno.

Quanto costa e perché

Per definire questa voce va operata una distinzione, tra i costi del mio lavoro e il budget riservato per pagare direttamente a Linkedin la presenza delle sponsorizzazioni sulla piattaforma.

Per quanto riguarda il mio lavoro, i costi tendenzialmente sono diversi per ognuna delle tre fasi citate sopra. Di solito, per contratti di 9/12 mesi, tendo a fare un prezzo forfettario per le tre fasi, stabilito sulla base di alcune variabili decisive per capire la complessità del lavoro. (questa FAQ parla di Instagram e Facebook, ma in realtà le dinamiche solo le stesse anche per LinkedIn).

Di solito il costo va dai 400€ (IVA non dovuta) mensili a salire.

Scrivimi

Per domande, dubbi o richieste di preventivo.